IDROPONICA

Iniziare a coltivare idroponica è molto semplice, servirà infatti regolare temperatura e umidità a livelli costanti, scegliere ed allestire un’ottima grow box, lampada per coltivare ed un ph metro.

Innanzitutto, la coltivazione idroponica si divide in due suddivisioni: l’idroponica che utilizza il suolo e l’idroponica senza suolo. Si tratta di due tecniche di coltivazione estremamente diverse tra loro.

Per Coltivazione Idroponica senza l’utilizzo di Substrato si intende quel particolare tipo di coltura praticata solamente con l’acqua. Si tratta di una coltivazione particolare perché le radici delle piante sono immerse totalmente nell’acqua senza l’utilizzo di substrati. L’acqua passerà tutte le soluzioni nutritive che necessitano le piante.

Curare pianta idroponica è molto semplice, basterà soltanto immergere le radici della pianta coltivata in una bacinella d’acqua. Dopo alcune ore le piante possono essere ritirate e quasi tutto il terriccio si scioglie nell’acqua. Successivamente bisogna sciacquare le radici, rimuovere accuratamente l’ultimo sporco rimasto con acqua tiepida e controllare le condizioni delle radici delle piante.

In idroponica è possibile coltivare numerosi tipi di piante. In particolare, puoi sfruttare il tuo piccolo paradiso idroponico per coltivare la tua passione.

La Nascita dell’Idroponica

L’invenzione della coltivazione idroponica, sebbene considerata una scoperta del XX secolo, risale a molto tempo fa, tanto che gli assiri babilonesi la utilizzarono vicino a fiumi o bacini idrici.
Nel 1930, il Dr. Gericke riscoprì questo modo di coltivare le piante, trasformando tutto con la tecnologia odierna. In questo modo, l’idroponica si espanse in tutto il mondo in un brevissimo periodo di tempo e divenne uno dei metodi di coltivazione più comunemente usati.

Come funziona la coltura idroponica?

Ovviamente, quando si parla di idroponica, è necessario precisare che la tecnica di questa coltura è molto diversa dall’agricoltura convenzionale, in quanto non si utilizza il suolo.
Possiamo dividere questa ampia categoria di agricoltura in due sottoinsiemi:

  • Coltivazione idroponica che utilizza il substrato;
  • Agricoltura idroponica senza substrato;

Coltivazione Idroponica con substrato

L’agricoltura idroponica che utilizza substrato si riferisce al tipo di agricoltura che assorbe l’acqua e tutti i nutrienti in esso contenuti. Questo substrato può essere costituito da miscele quali: argilla espansa, perlite, vermiculite, cocco, lana di roccia, zeolite e molti altri. Come accennato in precedenza, il substrato sarà responsabile dell’assorbimento di tutte le sostanze (principalmente inorganiche) di cui la pianta ha bisogno per prosperare al meglio.

Coltivazione Idroponica senza substrato

L’agricoltura idroponica senza substrato si riferisce al tipo di coltivazione che viene effettuata solo con l’acqua. Le radici della pianta saranno completamente immerse nell’acqua, che passerà attraverso tutti i nutrienti di cui la pianta ha bisogno senza l’aiuto di alcun substrato. Molte volte, alcuni tipi di piante (per esempio le piantemagiche“) si adattano nel migliore dei modi in una coltura idroponica senza substrato. Altre piante invece hanno bisogno di più ossigeno per crescere senza problemi. Se le radici di una pianta non ricevono la giusta quantità di ossigeno, corre il rischio di appassire o addirittura morire per soffocamento. È una buona idea controllare la quantità di ossigeno fornita alla pianta per garantirne la longevità. Tra le varie tecnologie è bene considerare anche Flusso e Reflusso.

Vantaggi della Coltivazione Idroponica

Questa tecnica stimola e quindi accelera la crescita e la fioritura delle piante, quindi gli agricoltori farebbero bene a controllare perfettamente la quantità e il dosaggio di aria, acqua e fertilizzanti forniti alle piante. Siamo sicuri che le piante cresceranno velocemente? Senza dubbio, perché saremo noi a fornire alle piante molti nutrienti. Quest’ultimo li assorbe rapidamente a causa del continuo movimento delle radici nell’acqua. Un altro enorme vantaggio, e forse il migliore, è quello di poter piantare davvero in qualsiasi momento dell’anno e ovunque, perché saremo noi a ricreare il clima giusto per far crescere un particolare tipo di pianta. Inoltre, la coltura idroponica può far risparmiare molta acqua utilizzata per irrigare le piante, perché l’acqua circola continuamente e i pesticidi vengono sempre applicati uno per uno. Ogni goccia d’acqua sarà gestita nel miglior modo possibile. Naturalmente, anche le piante ne trarranno beneficio perché forniremo i nutrienti di cui le piante hanno bisogno, né più né meno.

La Coltivazione Idroponica può essere fatta all’interno, quindi in una grow box, o, se è da una piccola prospettiva, a casa tua o anche in una grow room. Anche l’ambiente apprezza chi utilizza questo metodo di coltivazione, poiché consente di risparmiare molta acqua, non utilizza troppi nutrienti ed elimina l’uso di sostanze chimiche. Per avviare questo tipo di agricoltura su larga scala è necessario disporre di: grow box, illuminazione indoor, fertilizzanti per idroponica, ph metro per garantire la corretta crescita e fioritura delle piante. Misurare il pH di una coltivazione idroponica sarà fondamentale per il successo della coltivazione stessa. Puoi anche iniziare questo tipo di agricoltura a casa tua per coltivare la tua passione.