Come Coltivare il Peperoncino: Guida Coltivazione Peperoncini Piccanti

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Guida coltivazione peperoncini piccanti, come coltivare il peperoncino indoor e outdoor
Vincenzo - Eureka Grow Shop

Vincenzo - Eureka Grow Shop

Leggi tutti gli Articoli informativi presenti nel nostro Eureka Blog, e diventa un vero coltivatore esperto!

Tutti i Post

Contenuti Post

Una delle colture più importanti di sempre è la coltivazione di peperoncini piccanti, fantastiche piante che generano un prodotto amato in tutto il Mondo, dal gusto piccantino e sopraffino. In questa guida su come coltivare il peperoncino piccante imparerai a coltivare interamente la tua passione, dalla germinazione alla raccolta, insieme a Eureka Grow Shop in questo articolo informativo.

Coltivare peperoncini all'aperto, pianta di peperoncino

Germinazione Semi di Peperoncino

Esistono vari metodi indoor, che ricordiamo sono all’interno per esempio in una grow box, e outdoor che si trovano all’esterno per esempio in un terrazzo (soltanto se le temperature notturne non scendono sotto i 12°). Ricordiamo inoltre che i semi di peperoncino ci impiegheranno dai 3 ai 15 giorni per germinare, dipendendo dalla temperatura, varietà e vitalità dei semi stessi. Tra tutti i metodi, 3 sono i più famosi e utilizzati:

Metodo germinazione con Scottex

Un’alternativa alla semina del peperoncino in terriccio è la germinazione con metodo scottex che va mantenuto sempre umido e alla temperatura adatta. Questa è considerata una delle germinazione migliori rispetto a quella in terriccio perché permette di:

  • Far germinare semi che hanno difficoltà a germinare.
  • Seminare un grande numero di semi in poco spazio.
  • Mantenere la temperatura e umidità ottimale.

Questa tecnica prende il nome di germinazione metodo scottex che di solito viene utilizzata mediante l’utilizzo di un Germbox. Si devono controllare almeno una volta al giorno i semi e non appena spunta la radice è necessario interrarli con la radice verso il basso facendo attenzione a non danneggiarla.

Germinazione semi di peperoncino in bicchiere d'acqua

Germinazione con bicchiere d’acqua

Tieni ben presente che per far germinare i semi con il metodo del bicchiere d’acqua i peperoncini non hanno bisogno della luce, ma di 2 elementi: il calore e umidità. La temperatura deve essere compresa tra i 25° e i 28° con l’umidità del 70-75%. E’ consigliato ammorbidire il tegumento dei semi e disinfettarli mettendoli in ammollo nella camomilla per circa 24 ore. Così facendo, la germinazione del seme sarà molto più propensa e veloce.

Germinare semi in vaso

Il vero significato di coltivare il peperoncino è quello di prendersi cura delle giovani piantine e dopo il primo travaso sarà giunta l’ora di analizzare ed agire sulle tue piante.Nell’ultimo rinvaso, che sarà quello definitivo, a differenza dei rinvasi precedenti dovrai scegliere i vasi per il peperoncino giusti, capienti da soddisfare i bisogni delle varietà di peperoncini coltivate.

Quale tipo di terreno necessita il peperoncino?

E’ doveroso scegliere un terriccio da semina per peperoncini, evitando di risparmiare su terricci meno costosi perché ne varrà la struttura della futura pianta. Come vasetti si possono utilizzare dei semplici bicchierini del caffè forati sul fondo oppure dei semenzai. I semi non devono essere interrati nel profondo, infatti, più saranno in profondità e più lenta sarà la loro germinazione. Garantite una temperatura costante di 28°, il vostro compito sarà solamente quello di: mantenere il terriccio sempre umido ricoprendolo con un strato sottile di vermiculite.

Luce ideale per piante di peperoncino

Il ciclo di illuminazione per le tue piantine è di 16 ore di luce e 8 ore di buio. Ma tutto in base alle dimensioni della tua growbox e in più dovrai scegliere delle lampade per coltivare apposite. Consigliamo di distanziare le lampade di 10-15 cm dalle foglie delle piantine per evitare scottature. Inoltre evita i cicli di 24 ore di luce perché possono provocare stress nelle giovani piantine.

Peperoncino piccante coltivazione outdoor

Irrigazione e concimazione delle piante di peperoncino

Il terriccio va sempre mantenuto umido evitando i ristagni d’acqua. Un quantitativo d’acqua indicativo che vi possiamo consigliare per una piantina è di 8 ml, ma dipende molto dalle condizioni ambientali. Un trucchetto che vi diamo molto utile è quello di pesare il bicchiere, e se risulta pesante evitare di annaffiare altrimenti si può continuare ad annaffiare senza problemi. Per quanto riguarda la concimazione ricordiamo che fertilizzare non significa mettere nelle piante schifezze, ma significa dare il giusto nutrimento e aiuto per la crescita strutturale. Ogni fase di crescita di piante di peperoncino è caratterizzata da un nutritivo diverso! Quando inizierai a concimare le tue piante, la loro crescita sarà esponenziale, diventando sempre più grandi. Tanto che si rimpicciolirà sempre di più il tempo tra un rinvaso e quello successivo. Ricordati che le piccole piante in questa fase, non hanno bisogno di altri nutrienti, infatti non si devono concimare fino ad 1 mese dalla nascita. Se le piantine di peperoncino crescono sane tutto procede per il meglio e nel giro di un mese emetteranno 8/10 foglie vere oltre ai cotiledoni. In questa fase, un bicchierino risulterà troppo piccolo e le radici avranno ricoperto l’intero panetto di terra dunque si dovrà prendere un contenitore di dimensioni più grandi e cambiare evitando di fare disastri.

Lascia un commento